La traiettoria di Cupido (parte 1)

14 febbraio, vi dice nulla? Per alcuni è una ricorrenza temuta e peferirebbero passasse il più in fretta possibile, altri, invece, vorrebbero festeggiarlo, ma non hanno un atomo di idea di cosa organizzare o regalare. Non disperate, questo e il prossimo post sono per voi!

Dal momento che abito nel nord-ovest italiano le mie proposte si concentreranno in questa area per il semplice fatto di conoscerla meglio. Agli amici più lontani suggerisco di prendere spunto per fare una piccola ricerca nella vostra zona e, magari, condividere nei commenti sotto il post =)

Vi propongo come prima scelta un grande classico: il planetario. E’ romantico, l’ambiente rilassante, la volta celeste per voi senza il freddo di una notte di febbraio e avrete a disposizione una guida che svelerà i segreti delle costellazioni. Ho visitato il planetario di Milano ( ad es. c’è anche a Torino ) che è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e ha un calendario bimestrale di incontri. Le visite vengono effettuate in gruppi ed è necessario recarsi sul posto un po’ prima dell’ora di inizio. Potete sedervi sulle sedie girevoli che occupano tutta la sala oppure sulle panche a ridosso delle pareti. Queste ultime sono un po’ più comode delle sedie ma non permettono una visuale completa della volta.

Se, invece, preferite la realtà, scegliete l’osservatorio astronomico. Di solito le visite si svolgono di sera e prevedono un’introduzione e successivamente l’osservazione vera e propria. Uno degli osservatori astronomici si trova a Milano, ma altri sono sparsi in zone fuori dai centri fortemente abitati, come quello di Ca’ del Monte al confine tra Lombardia e Piemonte. Dal momento che non sono sempre aperti al pubblico, vi invito a contattarli per verificare la loro disponibilità.

stars_texture2951 wessex scene

Che meraviglia lo spazio!                                                   Credits: Wessex scene

Vi piace lo spazio, ma scevro del romanticismo classico? La mostra “Nasa-A human adventure”, visitabile fino al 4 marzo, è quello che fa per voi. Attraverso riproduzioni, modellini e pezzi originali, la mostra svela l’avventura umana nello spazio, dagli albori ai giorni nostri. E’ anche possibile, grazie ad un simulatore, sperimentare una parte dell’accelerazione gravitazionale a cui sono sottoposti gli astronauti sia al momento del lancio della navicella, sia durante il ritorno sulla terra. Imperdibile il reparto di merchandising all’uscita della mostra, ne vale la pena!

Se non considerate sufficiente vagare tra le stelle e volete letteralmente far volare la persona amata, portatela all’Aerogravity. Volerete in tutta sicurezza senza lanciarvi da un aereo! Nell’area di volo la turbina gigante vi darà la spinta sufficiente per librarvi e la quantità e il modo in cui esporrete la vostra superficie corporea determinerà l’altezza a cui arriverete. Avrete sempre con voi l’istruttore, don’t panic! Aerogravity è un’esperienza divertente, tuttavia ricordatevi che dura qualche minuto e che avete la possibilità di volare solo uno per volta e sempre con l’istruttore. Visto che non capita tutti giorni, chiedete se è possibile scattarvi una foto mentre fate Icaro!

Concludo la prima parte di questo post dedicato ad eventi scientifici per cupidi alternativi ricordandovi di essere scienziati previdenti: prenotate in anticipo! 😉

Vulp

Fonti

Planetario di Milano 

Planetario di Torino

Osservatorio astronomico di Milano

Osservatorio astronomico Ca’ del Monte

Nasa- A human adventure

Aerogravity

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...